Domanda:
Cosa succede all'energia di un GRB?
frodeborli
2014-01-17 00:08:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un lampo di raggi gamma produce da qualche parte circa 10 44 J di energia, secondo Wikipedia. Solo una piccola parte di quell'energia verrà assorbita da altri oggetti.

Il resto di quell'energia viaggerà per l'universo indefinitamente, presumo?

Come facciamo a sapere quanta degli universi massa-energia totale è "in transito" sotto forma di raggi gamma e altre forme di radiazione?

Due risposte:
#1
+2
Envite
2014-01-17 02:28:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nessuna energia è in transito come GRB, proprio come i raggi gamma che sono iniziati in un GRB.

Se ricordi che tutta quell'energia è sotto forma di radiazione, obbedisce alle stesse leggi della luce ordinaria : il più lontano, il dimmer (inverso del quadrato della legge della distanza).

Quindi se vedi le stelle più fioche perché sono più lontane da te, lo stesso accade per gli RGB. La radiazione delle stelle si espande infinitamente (diventando sempre più fioca) fino a quando non viene assorbita dalle nuvole o semplicemente diventa più fioca dello sfondo.

Lo stesso accade ai raggi gamma dei GRB. È solo che, poiché i raggi sono più energetici, vengono assorbiti meno facilmente e poiché i GRB stessi sono più energetici, la distanza che diventa più fioca rispetto allo sfondo è maggiore.

Credo che dovrei chiarire la domanda. Una raffica è ovviamente una raffica. Ma se l'energia lascia una stella sotto forma di raggi gamma come risultato di un GRB, e ha il potenziale per sterilizzare la Terra un milione di anni dopo, allora durante quel milione di anni, la sua energia deve essere in transito, presumo inosservabile.
L'energia nei lampi di raggi gamma viene depositata in un flusso ultrarelativistico di particelle di luce, che solo successivamente a causa di urti da collisione con ISM dà origine a raggi gamma osservati e altre cose come i bagliori. Inoltre, GRB, non RGB.
@AlexeyBobrick Penso che il meccanismo di formazione preciso dei GRB sia ancora in discussione, quindi la tua affermazione può solo riflettere un possibile modello, ma non è un paradigma definito ampiamente accettato.
@Walter: un riferimento?
Ciò che è in discussione è il motore centrale: ciò che accade nei 100 km interni di una stella che collassa. C'è qualche dibattito su come esattamente viene prodotto lo spettro. Non vi è alcun dibattito, tuttavia, su dove vengono generati i raggi gamma o in cosa consiste principalmente il getto.
#2
+2
Walter
2014-01-18 16:27:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La densità di energia dell'universo è abbastanza nota. La maggior parte sembra sotto forma di quella che viene chiamata "energia oscura", che accelera l'espansione cosmica. Segue la materia oscura, che rappresenta circa il 20%, quindi la materia barionica, circa il 4%. La radiazione elettromagnetica (fotoni) contribuisce così poco che ho dimenticato quanto. La maggior parte della densità di energia nei fotoni è nel fondo cosmico (CMB), il residuo di un'epoca precedente in cui la radiazione elettromagnetica dominava il bilancio energetico dell'universo.

L'espansione cosmica fa decadere la densità di energia dei fotoni più veloce di quello della materia, perché (oltre alla diminuzione della densità spaziale $ \ propto (1 + z) ^ {- 3} $) anche i fotoni vengono spostati verso il rosso, aggiungendo un altro fattore $ (1 + z) ^ {- 1} $.

"La maggior parte della densità di energia nei fotoni è nel fondo cosmico (CMB)" - hai un argomento o un riferimento per questo?


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...