Domanda:
Caratteristica più importante di un telescopio
soandos
2013-11-06 04:41:20 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Stavo facendo un test di astronomia, è emersa la seguente domanda:

La funzione più importante del telescopio astronomico è:

  1. Potere risolutivo
  2. Potere di raccolta della luce
  3. Potere di ingrandimento
  4. lunghezza focale

La lunghezza focale ovviamente non significa nulla qui, poiché così come l'ingrandimento (che può sempre essere fatto in seguito). Tuttavia, per quanto riguarda il potere risolutivo e il potere di raccolta della luce, entrambi sembrano essere "ugualmente" importanti, in quanto senza il primo non ci sono dettagli e senza il secondo non c'è immagine.

Sembra che il tempo di esposizione possa compensare una mancanza di potere di raccolta della luce (ciò che conta è il prodotto tra i due), ma nulla può compensare il potere risolutivo.

Il mio professore sembra pensare che la risposta sia risolutiva energia. Perchè è questo? È un'idea ben nota in astronomia?

Penso che il potere risolutivo sia importante, poiché è il derivato degli altri. Non vedrai oggetti più deboli con un ingrandimento enorme e poca luce. Otterrai molti punti sfocati se raccogli molta luce ma non la rendi utile. Solo combinando i due si ottiene un buon potere risolutivo: un'immagine decente di oggetti distanti.
La caratteristica più importante di un telescopio è l'astronomo che lo usa.
Quel test è ingenuo. Non esiste la caratteristica più importante. Sono tutti importanti, in modi diversi. Uno può diventare più importante in un determinato contesto.
Una risposta:
#1
+4
astromax
2013-11-06 06:57:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La risoluzione angolare di un telescopio dipende da due cose: 1) la lunghezza d'onda della luce in cui stai guardando e 2) il diametro della lente / specchio principale.

$$ \ theta = 1.22 \ frac {\ lambda} {D} $$

dove $ \ lambda $ è la lunghezza d'onda della luce e $ D $ è il diametro del lente.

Il potere di raccolta della luce è semplicemente il numero di fotoni che puoi raccogliere in una particolare lunghezza d'onda in un dato periodo di tempo. In sostanza, più grande è il secchio (o lente / specchio), più pioggia puoi catturare. Puoi in qualche modo aggirare il potere di raccolta della luce aumentando il tempo di esposizione. Ma, se la dimensione dell'oggetto che stai cercando di osservare è inferiore al potere risolutivo del tuo telescopio, non credo che ci sia davvero molto che tu possa fare al riguardo. Essere limitati dalla risoluzione del tuo telescopio è chiamato essere limitato dalla diffrazione, ma la maggior parte dei telescopi sulla Terra di solito vede una visione limitata a causa degli effetti di sbavatura dell'atmosfera.

Ah, quindi stai dicendo che è solo il fattore limitante più comune?
Fondamentalmente, anche se stai cercando di osservare (non scattare un'immagine di) un oggetto che è davvero scuro, ingrandirlo non lo renderà migliore. Quando si tratta di osservare oggetti deboli, non c'è alternativa alla luce che raccoglie energia. Quando si tratta della dimensione angolare dell'oggetto devi preoccuparti della risoluzione angolare. Ha senso?
Si potrebbe anche sostenere che la posizione del telescopio è anche una delle cose più importanti al riguardo. Se è al di sopra dell'atmosfera non devi più preoccuparti dell'assorbimento delle regioni di lunghezza d'onda a causa dell'atmosfera e anche di altri effetti atmosferici.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...